EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Paolo Conte – Gioco d’Azzardo

Paolo_Conte

Gioco d’Azzardo di Paolo Conte è senza ombra di dubbio una delle canzoni d’amore più belle del nostro secolo (anzi, ormai secolo scorso, ma l’abitudine è dura a morire!). Una di quelle canzoni che parlano d’amore senza la solita retorica, le solite frasi da cioccolatino. E’ una canzone che parla dell’essenza dell’amore, del sentimento che unisce ricordo e fine di una storia; di un amore che dura nel rimpianto.

L’amore, canta Paolo Conte, è dunque un gioco d’azzardo, un “gioco di vita duro e bugiardo“, una lotta alla ricerca della felicità che non tralascia nulla pur di arrivare alla persona che, almeno si suppone, darà forma ai nostri sogni e al nostro desiderio di felicità. Un gioco fatto anche di finzioni, di attese snervanti, di notti insonni… e di pianto.

In Gioco d’Azzardo ci sono versi in cui ognuno di noi può riconoscersi, come quello, bellissimo che recita: “perché volersi e desiderarsi, facendo finta di essersi persi“, parole universali che rispecchiano l’intensità del vero eros, quello del gioco “lucido e scaltro“.

Love is a Gamble, recita un vecchio blues, e chissà che Paolo Conte non abbia voluto omaggiarlo componendo la sua canzone.

“Adesso è tardi e dico soltanto che si trattava d’amore e non sai quanto”.

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *