EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

L’amore fa rallentare il passo dell’uomo

315410_273183966123408_35099882_n


L’amore fa cambiare il passo lo sapevi? Una recente ricerca scientifica dimostra che un uomo innamorato cammina più lento della media. L’uomo innamoravo va più lento del solito mentre le donne camminano di più se vicino hanno un’amica.


Sentimenti differenti amore ed amicizia ma entrambi capaci di far cambiare.Camminare è un gesto sociale, l’uomo innamorato tende a essere più lento e a risparmiare energie per altri momenti, ad esempio per quanto è in vena di baci e carezze con  la propria donna.


A misurare il passo dell’uomo e  della  donna è stata una equipe di ricerca formata e dagli antropologi della Seattle Pacific University di Seattle, Washington e la curiosa ricerca è pubblicata su PlosOne.

Secondo quanto si legge in una interessante nota Ansa  “La velocità ottimale nel camminare varia in rapporto al peso, alla lunghezza delle gambe e al sesso. Si sapeva che i maschi tendono ad andare più veloci ma non si conosceva il reale livello di energia speso nel camminare. Abbiamo voluto conoscerlo”.

I ricercatori hanno calcolato la velocità del passeggiare di 11 uomini e 11 donne in un circuito prestabilito, rapportandola alla statura, all’indice di massa corporea e al sesso. I volontari hanno passeggiato da soli, in coppia e in diverse modalità sociali, cioè a coppie uomo-uomo, donna-donna e uomo-donna, oltre che in modo romantico, anche mano nella mano.

Le misurazioni sono state fatte ogni 100 metri percorsi.


“Abbiamo scoperto che l’uomo cammina più veloce di una donna quando va da solo o con un amico/amica. Rallenta il passo solo se cammina con una donna che gli piace e va ancora più piano quando le tiene la mano” spiegano gli autori. “Le donne al contrario vanno in generale più lentamente e rallentano ancora se sono in compagnia delle amiche. Col partner rallentano molto meno di quanto non facciano gli uomini”.


I ricercatori concludono che gli uomini consumano in generale più energie camminando a spasso più rapido e che le donne vanno più piano non solo per fattori sociali ma anche per ragioni ataviche e biologiche. Risparmiando energie di fronte a distanze lunghe da percorrere preservano anche le loro capacità riproduttive.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *