EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Perché ci innamoriamo di quella persona

innamorarsi-baci-carezze

Perché ci innamoriamo proprio di quella persona? Cos’ha di speciale che le altre persone non possiedono?
Ogni volta che ci innamoriamo, sembra che ciò sia frutto del caso e la conseguenza di una serie di coincidenze fortuite. In realtà ogni innamoramento ha a che fare con la nostra infanzia, con il “bambino” che risiede dentro di noi.
Che duri un solo istante, che duri l’arco di una notte o sia l’amore di un’intera vita, l’incontro è una specie di magia. Tutte le caratteristiche che nell’altro ci attirano o ci spaventano hanno a che vedere con il nostro passato, a partire dall’infanzia.
L’ incontro non nasce mai senza una ragione: in realtà ognuno di noi è già inconsciamente predisposto ad un particolare tipo di partner. Stando a ciò che sostiene Freud, noi incontriamo solamente ciò che nel nostro inconscio esiste già e nella persona di cui ci innamoriamo ritroviamo, per così dire, il nostro oggetto del desiderio. Siamo attratti da una particolare persona perché entra in risonanza con il bambino che risiede nei luoghi più profondi della nostra psiche.
Il principe azzurro è, in breve, “un uomo che combacia perfettamente con i nostri sintomi”.
Se una persona ci attira è perché, nei suoi atteggiamenti e con le sue caratteristiche, ci riporta inconsciamente a quello che è stato il primo rapporto della nostra esistenza: quello con i nostri genitori. Tutti quanti abbiamo la tendenza a riprodurre o, al contrario, a fuggire questo legame ancestrale che ha lasciato in noi un’impronta indelebile.
È tuttavia semplicistico pensare che la persona amata sia sempre una proiezione del genitore che essa rappresenta. In realtà, lui o lei non sono la rappresentazione del padre o della madre reali, ma delle immagini che di loro abbiamo fatto risiedere nell’inconscio. Idealizzare una persona – Ecco come uscire!
seduzione

Perché, ci chiediamo, dovremmo innamorarci di una persona che rimanda ai genitori con cui avevamo dei problemi da bambini?
Perché pensiamo o almeno speriamo che quella persona potrà guarire le ferite che ci portiamo dietro dall’infanzia,che ci darà tutto ciò che i nostri genitori non sono stati in grado di darci.
Questi tratti negativi che sono alla base della nostra scelta d’amore, la nostra psiche ha come obiettivo ricreare le condizioni della nostra vita di bambini per correggerle; di ritornare ad un dato momento per chiarire i problemi non risolti del nostro passato.

Possiamo perdere un incontro nel tempo di uno starnuto!
Magari è la persona giusta, ma è il momento sbagliato. Pensiamo di essere pronti per un nuovo amore che ci renderà finalmente felici, ma la nostra mente è ancora legata ad una vecchia storia mai realmente conclusa e mai realmente cicatrizzata.
Basta un nulla, un particolare che non combacia e perdiamo l’incontro con l’uomo o la donna della nostra vita.

Se tutto è imperfetto in questa imperfetta vita, l’amore invece è perfetto nella sua assoluta e squisita imperfezione!

(da Il Settimo Sigillo di Ingmar Bergman)


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *