EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Festival del Bacio a Napoli, 28 marzo

 

download (18)

10.000 fotografie, quattrocento esercizi commerciali, trecento studenti, decine di musicisti, associazioni e installazioni interattive, cinque chilometri di percorso (i due decumani e tutti i vicoli che li collegano, via San Sebastiano, piazza del Gesù Nuovo e parte di via Duomo), un milione di strette di mano e abbracci: è tutto pronto per la quarta edizione del F​estival del Bacio ­ #cuoredinapoli, ​per il quale l’appuntamento è fissato il 28 marzo, da metà mattinata fino a notte. Il tutto rigorosamente gratis.

Il Festival è una complessa scultura antropologico-­relazionale che si compone e vive di connessioni e che vede nel bacio, come prima forma di comunicazione non verbale e più diffusa al mondo, il concetto ideale da cui partire per costruire le fondamenta di un territorio comune e condiviso.

Rispetto alla scorsa edizione, il Festival si arricchisce di una proposta musicale che vedrà dalle 17:00, sul palco che sarà posizionato in Piazza Gerolomini, quasi all’estremità di via dei Tribunali e a due passi da via Duomo: The George Frevis Band, Jobba and the Vesuvians, Psychopathic Romantics, The Burlesque, The Shak&Speares e Capone & BungtBangt.
Subito dopo, Reggae Sound System HDM Roots Movement & MC Baco.

Sono ancora più numerosi i nomi delle band e dei cori che si esibiranno in formazione busker, in alcuni casi anche itinerante, lungo il percorso: Andrea Tartaglia & Aneuro, Avallone & Sebastiano, Sudaria, The Blue Gospel Singers, Cuore di Ballo, Pagaonda Associazione Samba Napoli, Il Calascione, Lucio Lo Gatto e i Vandalia, Fede’n’Marlen, Re Scatto. Alle 19:00 è previsto, con partenza da via dei Tribunali in direzione Piazza del Gesù Nuovo, un veloce passaggio della Fanfara dei Vigili del Fuoco.
Infine nella sede del Riot Studio, inoltre, alle 22:00 partirà l’esibizione del duo visual/elettronico KHH0.

 

Nei vicoli tra i decumani, inoltre, verranno posizionate 15 installazioni interattive, sempre ad opera della Scuola di Nuove Tecnologie dell’Arte, tutte attivate da gesti che possono essere compiuti solo stringendo relazioni con altre persone.
Immancabile, e fondamentale, l’aiuto e la partecipazione di svariate centiana di esercizi commerciali
disseminati lungo il percorso, che, grazie alle loro opere “a tema”, addobberanno la città per l’intera giornata.
Il tutto è raccontato fotograficamente, ad opera dei partecipanti stessi, attraverso l’hashtag #​cuoredinapoli​ che, solo su Instagram, ha raggiunto da poco le diecimila fotografie.

Una complessa ed articolata scultura che si compone di relazioni che vede nel bacio, come prima forma di comunicazione non verbale e più diffusa al mondo, il concetto ideale da cui partire per costruire le fondamenta di un territorio comune e condiviso.

 

Il Festival del Bacio è ideato e realizzato dalla S​cuola di Nuove Tecnologie dell’Arte dell’Accademia di Belle Arti di Napoli e da mediaintegrati,​corposo team di artisti formatosi nei laboratori di quest’ultima. E​’ promosso e sostenuto dal C​omune di Napoli ­ Assessorato alla Cultura e al Turismo​ di cui costituisce ormai uno degli eventi della programmazione culturale e turistica cittadina e collabora con la I​I Municipalità​ e i numerosi esercizi commerciali ed associazioni radicate sul territorio.
Il festival si avvale inoltre della mediapartnership di Videometrò​ e F​reak Out Magazine​ che cura in collaborazione l’aspetto musicale dell’evento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *