EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

San Valentino: la festa dell’amore

Il giorno di San Valentino cade martedì 14 febbraio 2017. San Valentino è il giorno degli innamorati e, in tutto il mondo, si organizzano cene a tema, feste e manifestazioni per chi si ama. San Valentino, vescovo di Terni, è sempre stato protettore degli innamorati e sono tante le leggende che lo riguardano.

La festa di San Valentino

La festa di San Valentino è molto sentita e coinvolge tutti coloro che si amano. Le origini della festa di San Valentino sono molto antiche e si possono far risalire ai lupercali, i festeggiamenti che si tenevano nell’antica Roma a scopo propiziatorio. Nel corso dei secoli, il rito pagano si è trasformato per volontà della Chiesa che il 14 febbraio ricorda il martirio di Valentino. Valentino, Vescovo di Terni, è protagonista di molti miracoli, alcuni dei quali riguardano persone innamorate. La festa di San Valentino e degli innamorati si è imposta in tutto il mondo anche grazie alla letteratura e alla pubblicità. Per il 14 febbraio l’usanza vuole che i fidanzati e gli innamorati si scambino gli auguri e piccoli regali.

San Valentino

San Valentino, la cui festa cade il 14 febbraio, è un personaggio storico. Il futuro Santo è nato a Terni diventando successivamente Vescovo, per decisione di Papa Feliciano. Sin da giovane, Valentino si converte al cristianesimo e per questo viene perseguitato e, il 14 febbraio del 273 martirizzato. San Valentino è il Santo patrono di Terni ed è il protettore degli innamorati e dell’amore. il Santo di Terni è conosciuto, soprattutto, per esser stato il primo a celebrare il matrimonio fra un pagano ed una cristiana. E’ stato proprio i Vescovo Valentino ad unire per sempre la giovane Serapia e il militare romano Sabino, poco prima che entrambi passassero a miglior vita. I miracoli sulla figura di San Valentino sono innumerevoli ma, quasi tutte, ruote attorno all’amore e agli innamorati. Secondo la leggenda, Valentino amava curare il suo giardino dove coltivava moltissimi fiori. Per riportare la pace fra due innamorati che discutevano, il Santo decise di donare loro un fiore, come simbolo di amore e pace; proprio per questo, gli innamorati si donano ancora oggi dei fiori. Per altri, Valentino un giorno aveva donato un fiore ad due giovani che, poco dopo, si innamorarono pazzamente. In seguito, in tanti presero l’abitudine di recarsi da Valentino perché la loro unione potesse essere benedetta. Da allora, per San Valentino, e non soltanto, le coppie di innamorati si recano a Terni per ottenere il dono dell’amore e per assicurarsi un’unione felice.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *