EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Il fascino intramontabile della scrittura con la penna stilografica

 

Le penne stilografiche sono un esempio della massima eleganza e modernità che il mercato della scrittura su carta ha raggiunto, mantenendo sempre l’equilibrio tra l’essenziale bellezza e la magistrale comodità, senza dimenticare la storia, che la stilografica è riuscita ad attraversare e superare, per giungere fino a noi.

Le prime attestazioni di penne a serbatoio di inchiostro si hanno addirittura a partire dal X secolo, ma poi, grazie a Leonardo Da Vinci si ebbe un’importante innovazione e lui le utilizzò addirittura per i suoi lavori.

Ma fu solo nel 1827 che la penna stilografica venne brevettata ufficialmente dal governo di Francia.

Scrivere già di per sè, impugnando una penna tra le mani, è un gesto importante, che ci permette di entrare in connessione con noi stessi, con le parole che compongono l’essenza del nostro animo, e che grazie alla penna, riusciamo a far letteralmente fluire ed incidere su carta.

Negli ultimi anni si sta perdendo il significato di questo gesto, a causa dei computer e degli smartphone, e la scrittura a mano si sta quasi dimenticando.

Ma non possiamo lasciare che questo accada, non possiamo permettere che le emozioni che riesce a trasmettere la sensazione di sfiorare con la punta di una penna venga dimenticata per sempre.

Soprattutto se si scrive con una stilografica, che permette di sentire ogni fibra della carta del foglio, sotto la nostra mano.

Perchè l’uso di una stilografica è così particolare?

Scrivere con una penna stilografica è un’esperienza che tutti dovrebbero provare una volta nella vita, ma purtroppo in molti, soprattutto tra i più giovani, non hanno mai tenuto una stilografica tra le mani.

La penna è il prolungamento della nostra mano, che è in grado di incidere i nostri pensieri e le nostre emozioni, direttamente su carta.

Ma una penna stilografica fa ancora di più: è in grado di entrare in contatto intimamente con l’essenza e con l’anima di chi sta scrivendo, per il suo stile e la sua comodità, e sa andare ad incidere, con la sua eleganza e armoniosità, direttamente il foglio, rilasciando all’interno delle fibre della carta, lentamente e con grazia, il suo inchiostro fine che piano piano prende forma e va ad incidere per sempre le vostre parole.

Tenendo tra le dita una penna stilografica, riuscirete a sentire il calore della storia che racchiude e che, inevitabilmente, diventerà anche un pò la vostra storia, marchiandovi le mani e la mente.

Così facendo, le parole che scriverete raggiungeranno un’intensità che mai vi sareste aspettati di poter avvicinare mettendo insieme qualche parola.

Beh, quelle parole che scriverete con le penne stilografiche non saranno solo parole, ma probabilmente parte di una poesia.

Ognuno di noi ha un ricordo a cui è affezionato, che vede l’uso di una penna stilografica, tra le mani di un caro professore, della stilografica che ha firmato il vostro contratto, o quella dell’avvocato nell’ultima causa, ma anche quella di vostro padre, che vi appunta qualcosa su un foglio di carta.

E se non ne avete nemmeno uno, questo è il momento giusto di creare nuovi ricordi, legandoli ad una penna stilografica da conservare gelosamente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *